A proposito di Mapfre

A proposito di Mapfre

Anche a me, come purtroppo ho visto è successo a molti altri, si è crepato il tubo di plastica dell’ aspirazione del turbo con conseguente trafilamento di olio sul motorino del farfallato( vedi topic spia ETC), riparazione in Chrysler, due pezzi tre ore di lavoro totale 550 euro.

La 300C usata è stata acquistata da Autochiavari i quali hanno fatto una polizza assicurativa con Mapfre che dopo aver ricevuto il fax del preventivo hanno detto che la riparazione non rientrava nella garanzia, ovviamente la stessa posizione è stata tunuta anche dal venditore. A questo punto metto in guardia, chi dovesse comprare una vettura usata, di stare molto attento con quale compagnia assicurativa si serve il venditore e leggere MOLTO attentamente tutto quello che viene escluso e eventualmente farsi proporre un’alternativa per evitare un caso come il mio.

Purtroppo queste garanzie, e ci sono passato anche io in passato, servono a poco…a volte è meglio prenderla da provato controllando bene l’auto o almeno sapere in mano di chi è stata…

Si, infatti, io questa volta ho disubbidito a i miei principi che avevo adottato fin ora, comprare l’auto solo nella sua concessionaria, Ford in Ford, Volvo in Volvo etcc. e in zona dove poter tornare a protestare, questa volta mi sono lasciato abbindolare da internet e da Lucca sono andato a Lavagna a comprare la mia 300C ed ecco i risultati. Comunque, martedì ho l’appuntamento con un’associazione consumatori poi si vedranno i risultati.

In effetti, come già sai, anche io ho avuto lo stesso problema con la stessa garanzia e stesso pezzo da cambiare..
Sono stato MOLTO fortunato che la vettura aveva pochi km e alla fine mamma Chrysler ha deciso di coprirmi l’intervento..

Cmq a termini dei legge, garanzia extra o no.. il responsabile è sempre il venditore! Bisognerebbe intestare la fattura dell’intervento direttamente a loro..

Il problema è del venditore, di certo non tuo: è infatti il venditore che si tutela con questa “polizza” in quanto la garanzia *di legge* che ti deve fornire copre tutto, compreso il danno che si è verificato.
Per curiosità, a quanti km si è rotto?

La garanzia di legge non copre tutto, non spariamo cavolate…copre quello che chiaramente c’è scritto sul contratto.

usti, come cavolate? La garanzia di legge è una garanzia di conformità della durata di DUE anni, che le parti possono ridurre previo accordo scritto a un anno (ma se la durata non è specificata, automaticamente sono 2 anni). Di conformità significa che se ci dicono che la vettura ha qualche difetto prima dell’acquisto, non si potrà in seguito chiedere alcuna riparazione in garanzia inerente il difetto suindicato. Se nulla viene dichiarato, la vettura si presuppone in ordine e quindi coperta interamente, escluse le parti soggette a usura per rotture dovute ad usura. Per evitare di dover tirare fuori miliardi di euro in riparazioni, i concessionari si tutelano con garanzia assicurative che dovrebbero coprire qualsiasi danno si verifichi. Ma se questo tipo di garanzie escludono, che ne so, il cambio o la turbina, questo non vuol dire, dal punto di vista legale, che il cliente deve pagare di tasca propria (e ci mancherebbe altro). Anche perche altrimenti tutti i concessionari offrirebbero garanzia che coprono il volante, la radio, e il posacenere, vanificandone qualsiasi efficacia. Quello che dici tu è giusto, ovvero mapfre copre solo quello che c’é scritto nel contratto, ma il resto è a carico del concessionario al quale appunto mapfre bonifica la cifra. Da figlio di avvocato e praticamente da operatore del settore ti posso assicurare che é così. Che poi i concessionari ci marcino sopra, facendo notare la cosa al cliente e sperando che non sia informato è un altro discorso… Ricordo che la normativa é europea, non semplicemente italiana

zampa ha scritto:usti, come cavolate? La garanzia di legge è una garanzia di conformità della durata di DUE anni, che le parti possono ridurre previo accordo scritto a un anno (ma se la durata non è specificata, automaticamente sono 2 anni). Di conformità significa che se ci dicono che la vettura ha qualche difetto prima dell’acquisto, non si potrà in seguito chiedere alcuna riparazione in garanzia inerente il difetto suindicato. Se nulla viene dichiarato, la vettura si presuppone in ordine e quindi coperta interamente, escluse le parti soggette a usura per rotture dovute ad usura. Per evitare di dover tirare fuori miliardi di euro in riparazioni, i concessionari si tutelano con garanzia assicurative che dovrebbero coprire qualsiasi danno si verifichi. Ma se questo tipo di garanzie escludono, che ne so, il cambio o la turbina, questo non vuol dire, dal punto di vista legale, che il cliente deve pagare di tasca propria (e ci mancherebbe altro). Anche perche altrimenti tutti i concessionari offrirebbero garanzia che coprono il volante, la radio, e il posacenere, vanificandone qualsiasi efficacia. Quello che dici tu è giusto, ovvero mapfre copre solo quello che c’é scritto nel contratto, ma il resto è a carico del concessionario al quale appunto mapfre bonifica la cifra. Da figlio di avvocato e praticamente da operatore del settore ti posso assicurare che é così. Che poi i concessionari ci marcino sopra, facendo notare la cosa al cliente e sperando che non sia informato è un altro discorso… Ricordo che la normativa é europea, non semplicemente italiana